Giacomo Gentili il Giovane (1717-1765), particolare di Un intermezzo musicale. Mattonella istoriata. Loreto Aprutino, Galleria Acerbo.


CONGRESSO INTERNAZIONALE P. MARCHITELLI, M. MASCITTI E LA SCUOLA STRUMENTALE NAPOLETANA

12 febbraio 2014

Pietro Marchitelli, Michele Mascitti

e la scuola strumentale napoletana

 

Congresso Internazionale

Villa Santa Maria (Chieti), 24 - 26 novembre 2014

  

Istituto Abruzzese di Storia Musicale (L’Aquila - Teramo), Comune di Villa Santa Maria (Chieti), Grandezze & Meraviglie, Festival Musicale Estense (Modena), in collaborazione con la Butler School of Music – The University of Texas at Austin. 

Fra la fine del diciassettesimo secolo e i primi decenni del diciottesimo Napoli torna a svolgere a pieno titolo la funzione di capitale del Regno. Questo periodo è caratterizzato da un imponente fenomeno di emigrazione interna; in ambito musicale la capitale divenne, infatti, il polo di attrazione di un continuo flusso di regnicoli che giungevano a Napoli per avviare la propria formazione in uno dei quattro prestigiosi Conservatori musicali o per cercare opportunità di impiego e promozione sociale nelle numerose e fiorenti istituzioni cittadine. In questi stessi decenni si assiste a una eccezionale fioritura della musica strumentale napoletana che spesso ricevette uno straordinario impulso grazie all’attività di personalità quali gli abruzzesi Pietro Marchitelli, Michele Mascitti, i Sabatino, e numerosi altri musicisti e compositori provenienti da ogni angolo del Regno. Fu anche grazie a queste nuove forze che la musica strumentale napoletana conobbe nel primo quarto del Settecento una diffusione su scala europea, spesso addirittura in anticipo rispetto ai fenomeni di propagazione del repertorio vocale.

Il congresso ha per obiettivo da un lato lo studio della vita, delle opere e dell’influenza esercitata, in una prospettiva europea, da Marchitelli e Mascitti sulla musica strumentale napoletana, dall’altro il far luce su altre singolari figure del periodo e sulla circolazione di musica e musicisti napoletani. Pur dando preferenza a queste due tematiche, il comitato scientifico invita a inviare proposte anche su altri aspetti della musica strumentale napoletana, inclusi i rapporti fra mecenatismo e produzione, le reciproche contaminazioni fra musica strumentale e vocale, la manifattura di strumenti, o aspetti di prassi esecutiva. 

Per l’occasione si costituiranno inoltre gruppi di lavoro per dar vita a un progetto pluriennale mirato all’edizione critica delle opere di Michele Mascitti e Pietro Marchitelli, e più in generale per una ricerca sistematica sui vari aspetti della produzione e esecuzione della musica strumentale napoletana nel ‘600 e nel ‘700.

Il comitato scientifico, costituitosi due anni or sono in occasione del Congresso Arcomelo 2013 (Enrico Gatti, Marc Vanscheeuwijck, Guido Olivieri, Agnese Pavanello e Francesco Zimei) invita a presentare proposte di relazioni mediante l’invio di un abstract.

L’abstract (anonimo) dovrà includere il titolo della relazione e un testo della lunghezza massima di 250 parole che indichi l’argomento, lo stato delle ricerche e le principali fonti di riferimento, nonché l’importanza e originalità del contributo.

In un file separato, oltre al titolo della relazione, andranno indicati anche nome e cognome dell’autore, contatto email e un breve curriculum (1 pagina).

L’abstract e il file con i dati anagrafici dovranno pervenire entro il 30 maggio 2014 in allegato al seguente indirizzo: arcomelo2013@gmail.com

L'organizzazione si farà carico dell'ospitalità dei relatori (vitto e alloggio) per l'intera durata dei lavori.

Le relazioni dovranno avere la durata massima di 25 minuti.

Si prevede la pubblicazione degli atti del congresso. Al termine del congresso ciascun relatore dovrà fornire un file Word con il testo completo del proprio intervento, redatto secondo i criteri editoriali che verranno comunicati al momento della selezione. Dopo la conclusione dei lavori è previsto un termine di 60 giorni per eventuali aggiornamenti prima di procedere alla lavorazione del volume.

 

__________________________________________

 

 

Pietro Marchitelli, Michele Mascitti,

And Neapolitan Instrumental Music 

International Conference

Villa Santa Maria (Chieti), 24 - 26 November 2014

 

Istituto Abruzzese di Storia Musicale (L’Aquila - Teramo), Comune di Villa Santa Maria (Chieti), Grandezze & Meraviglie, Festival Musicale Estense (Modena), in collaboration with the Butler School of Music – The University of Texas at Austin.

Between the end of the 17th and the first decades of the 18th century Naples was again fully in charge as the capital city of the Kingdom. An impressive phenomenon of internal emigration characterizes the period, and in terms of musical life, Naples became a magnet for the uninterrupted flow of citizens from all parts of the Kingdom who were moving to the capital to begin their education in one of the four prestigious music conservatories, or to seek employment and opportunities for social improvement in the various flourishing civic institutions. During that period a spectacular blooming of Neapolitan instrumental music occurred, which often received a strong impulse through the activity of such musical personalities from the Abruzzo region as Pietro Marchitelli, Michele Mascitti, the Sabatinos, and many other musicians and composers originating from every corner of the Kingdom. It was also thanks to these great musical personalities that Neapolitan instrumental music received such an important European distribution during the first quarter of the 18th century, in many cases even well before a similar diffusion happened with the vocal repertoire.

Objectives of the conference are both to explore the life, works, and influence (in a European perspective) Marchitelli and Mascitti had on Neapolitan instrumental music, and to shed light on other specific figures of the period, and on the circulation of Neapolitan music and musicians. Although preference will be given to papers dealing with these two major topics, the scientific committee also invites proposals concerning other aspects of Neapolitan music, including the relationship between musical patronage and production, reciprocal influences between instrumental and vocal music, instrument making, and aspects of performance practice.

Another goal is also to create study groups to start up a long-term project for the publication of critical editions of the compositions of Michele Mascitti and Pietro Marchitelli, and more in general for systematic research on the various aspects of the production and performance of Neapolitan instrumental music of the 17th and 18th centuries.

The scientific committee, created tw o years ago for the organization of the Congresso Arcomelo 2013 (Enrico Gatti, Marc Vanscheeuwijck, Guido Olivieri, Agnese Pavanello, and Francesco Zimei) invites paper proposals through submission of an abstract.

The (anonymous) abstract should include the title of the paper and a text of maximum 250 words, and indicate the topic and/or thesis, the state of research, the principal sources used, and a statement on the relevance and originality of the contribution.

In a separate file, please indicate the paper title, first and last name of the author, e-mail address, and provide a short one-page CV.

The abstract and additional file should be sent as an attachment to arcomelo2013@gmail.com by 30 May 2014.

The organization will host all presenters for the entire duration of the conference.

Papers should not exceed 25 minutes in order to allow for discussion.

We expect a peer-reviewed publication of the proceedings. At the end of the conference presenters will be asked to provide a Word file including the complete text of their paper in the format that will be communicated in detail when the scientific committee has completed the selection of papers. After the conference presenters will have 60 days for corrections and modifications before we proceed to the editorial work of the proceedings.