Anonimo, particolare del Giudizio Universale, dal ciclo di affreschi della confraternita di Santa Croce (post settembre 1399). Leonessa, chiesa di San Francesco.


Vincenzo D'Ilario

VINCENZO D'ILARIO, nato a Tagliacozzo (AQ) nel 1944, è laureato in storia e filosofia, ed è ordinario di storia e filosofia nei Licei e Istituti Magistrali, nonché presso il Liceo delle scienze sociali dell'Istituto superiore "G. B. Vico" di Sulmona. Ha studiato, presso il Conservatorio "L. D'Annunzio" di Pescara, armonia e composizione con Rosolino Toscano; organo, composizione organistica e canto gregoriano con Manlio Maini e Ottavio De Cesaris. Collabora, come organista, con la fraternità francescana del Sacro Cuore e con la Chiesa parrocchiale di Sant'Anna in Chieti. Ha riportato alla luce la partitura di un Miserere di Saverio Selecchi, le fonti paleografiche del Codice Reginense 1997 e del Vaticano 7818, tra le più antiche composizioni conosciute in Chieti. Si occupa, inoltre, della riscoperta e della diffusione delle composizioni organistiche dei maestri abruzzesi e delle triosonate di Michele Mascitti.